Chissà su quale sponda

Isabella Scotti

Foto   Andrea   Romani

Strano
come   tutto
sia   cambiato
in   poco   tempo.
Sorridevi   sempre,
come   fai   anche   ora.
Ma   non   è
la   stessa   cosa.
Oggi
il   tuo   sorriso   è
misto   ad   un   lamento,
che   aumenta   d’ intensità
quando   i   tuoi   occhi
ci   guardano,
senza   più   nulla
riconoscere.
Forse   avverti   qualcosa
ancora,
chissà,
le   nostre   voci,
una   carezza   fatta
sul   tuo   volto
ancora   bello.
Ma   come
sei   persa
nel   tuo   mondo   ormai,
fatto   di   nebbia    sottile,
impenetrabile.
Come   vorrei
che   mi   parlassi
ancora,
dandomi   saggi   consigli.
Ma   più   non   sai
articolar   parole
che   sentir   si  …

View original post 105 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s